Battlefield V Battlefield 1 Battlefield 4 Battlefield Iscriviti
Battlefield 1 / 12.11.2017
Achi Baba: tutto quello che devi sapere
Portati in posizione sopraelevata e conquista la penisola di Gallipoli con una nuova mappa.

Combatti fra le rovine del passato mentre le potenze alleate cercano di superare un costone in mano agli ottomani, su Achi Baba, una delle prime due mappe di Battlefield 1 Turning Tides. L'esperienza, intensa e frenetica, è pensata per la fanteria: dovrai affrontare brutali scontri ravvicinati, combattendo per ogni centimetro di territorio.

Se non sei ancora entrato in azione, procurati Battlefield 1 Premium Pass per giocare d'anticipo ad Achi Baba e con la prima ondata dei contenuti di Battlefield 1 Turning Tides.

E ora alcune domande col nostro progettista di livelli, per saperne di più su Achi Baba.

Dove e quando è ambientata Achi Baba?

Si gioca nella penisola di Gallipoli, in Turchia, anno 1915. Le forze inglesi e alleate stanno tentando di conquistare Krithia, una città in posizione strategicamente importante, con l'obiettivo di impossessarsi dell'altura di Achi Baba. L'esercito ottomano, invece, attestato nei polverosi canali sotto la cittadina, tenta di sventare l'attacco. 

A che tipo di giocatori piacerà Achi Baba?

Chiunque apprezzi l'azione di fanteria, serrata e incalzante, adorerà questa mappa. Su Achi Baba non ci sono veicoli, né cavalli: c'è solo la fanteria e soltanto combattimenti in spazi ristretti, che poi proseguono in aree più ampie. La mappa è adatta a tutte le classi, ma i personaggi di classe Supporto vi si troveranno particolarmente a loro agio. Ci saranno passaggi obbligati dove appostarsi, colline e trincee per il tiro delle armi a fuoco indiretto e gruppi di giocatori sempre bisognosi di rifornimenti.

In che modo l'ambientazione peculiare e l'area della mappa influenzano l'azione di gioco?

L'ambiente, caldo e polveroso, presenta numerose rocce e moltissimi arbusti, che consentiranno ai giocatori di nascondersi rapidamente. Gli stretti passaggi condurranno inevitabilmente a imboscate e aggiramenti, creando scontri infuocati attorno ai principali punti di cattura.

Esiste una modalità di gioco particolare che gli sviluppatori si sentono di consigliare per Achi Baba?

La mia modalità preferita è Dominio: qui le bandiere utilizzano gli spazi B, C e D della configurazione Conquista. Questo trio di punti di controllo mette a disposizione diversi approcci alle aree delle bandiere, come pure offre varie possibilità di difesa contro le strategie nemiche.

Hai qualche consiglio da darci per riuscire a dominare al meglio la mappa?

Bisogna imparare a sfruttare al meglio le possibilità di aggirare il nemico. Capita spesso di finire a combattere disperatamente per il controllo di un passaggio obbligato: quasi sempre, però, esiste un metodo per aggirare l'ostacolo, cogliendo impreparato il nemico.

Cosa rende Achi Baba così divertente da giocare?

La mappa riflette la varietà delle esperienze di gioco fornita dall'utilizzo della fanteria. Si tratta di una mappa che rispetta lo stile più classico di Battlefield: ogni classe ha il proprio ruolo e qui può sfruttarlo al meglio. Il tutto mentre, attorno, infuria una tempesta di proiettili, esplosioni e combattimenti.

In bocca al lupo con Achi Baba e mi raccomando, bisogna sempre pensare all'obiettivo, anche in questa storica battaglia.